Serate liquide

Aperitivo

Ogni volta che mi ubriaco finisco con un semi-sconosciuto nel mio letto. Di per sé sarebbe positivo se non fosse che il sesso è spesso deludente e il giorno dopo tutta la magica complicità creata dall’alcol è svanita. Tra l’altro non ho mai capito perché da ubriachi si finisce sempre per dimenticare i momenti positivi della serata, ma mai quelli scomodi. Se avessi dimenticato almeno smetterei di guardare e riguardare me stessa gemere sotto e sopra le bronzee anche del tipo con i rasta.

Spiacevole ciliegina sulla torta della mia ultima bravata è la fidanzata. Purtroppo non posso difendermi confessando di aver scoperto della sua esistenza solo dopo, lo avevo scoperto con mia amara sorpresa qualche giorno prima. Perché da queste parti sono tutti fidanzati poi me lo devono ancora spiegare; io come me lo trovo un candidato scopabile evitando lo spiacevole inconveniente di dividerlo con qualcuno?

Così adesso finisce che mi sento pure in colpa, malgrado non conosca la tipa. Spero almeno che lui si stia facendo altrettante seghe mentali. Anche perché onestamente sostenere di non sapere come tornare a casa dopo la mia lucida, si fa per dire, spiegazione geografica a me puzza tanto di scusa. Che poi non mi aspettavo nulla e, in tutta sincerità, non credo nemmeno di essermi dimostrata troppo interessata, ma magari questa parte l’ho dimenticata.

Fatto sta che è successo, all’improvviso, quando stavo per addormentarmi si è buttato e io ho subito risposto. Ma mentre io sono stata svegliata dall’attività, per lui ha avuto l’effetto opposto e, tempo di godere, nel giro di letteralmente un secondo si è addormentato.

Sono rimasta basita e indecisa tra lo scoppiare a ridere e lo svegliarlo a forza di schicchere. Alla fine ho optato per una pacifica doccia. Poi è arrivato il mattino e il risveglio addobbato di postumi e un’irritante senso di disagio. Da ubriachi si fa presto a vedere della complicità in qualsiasi relazione, ma il mattino dopo tutto lo charme evapora.

I sottointesi fioccano lasciandosi dietro solo qualche commento insulso nel crescente sgradevole silenzio: allora questo rimane tra noi eh, non diciamolo in giro che sennò poi la mia tipa lo viene a sapere; eravamo entrambi ubriachi persi ed è capitato, ma è stato un errore e non succederà più quindi non parliamone; cioè, senza offesa, ma faceva pena; sì meglio se non ci guardiamo più nemmeno negli occhi così sicuro ci chiedono che è successo!

L’unica parola che rimane popolare a quanto pare è ‘mi dispiace’. A me no cavolo! Cosa pretendi che ti risponda? I rigurgiti di coscienza tienteli per la fidanzata, che se proprio devi è con lei che ti devi scusare. Il mio ‘sì, vabbè’ racchiudeva questo e altro e ogni commento sulla serata è stato troncato sul nascere.

Morale della favola e appunto personale per la futura ubriaca me, il mattino dopo vedi di risvegliarti lontana alcune centinaia di metri dalla persona con cui sei finita a letto o preparati un paio di birre in frigo da scolarti appena sveglia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...