Equilibrio del Precario

Ci vuole equilibrio. Per cambiare luogo, lavoro e abitudini ogni mese, ci vuole un grande equilibrio interiore e nessun bisogno di punti di appoggio esterni. O forse la capacità di crearsi velocemente molti punti di appoggio. Ho passato un mese frenetico in mezzo a gente che non conoscevo e che non mi conosceva, ma che mi ha accolto come una famiglia. Abbiamo affrontato insieme il bello e il brutto di un festival che pian piano è diventato anche un po’ mio e quando ho sentito di poter smettere di impegnarmi ad essere altro e ho cominciato a ritrovare me stessa, sono dovuta partire.

In ventiquattro ore ero in un’altra città, pronta per un nuovo lavoro. Mi veniva richiesto di adattarmi nel giro di un giorno a ritmi e ambienti che non potevano essere più distanti da quelli a cui mi ero appena abituata. Dovevo ricominciare a fingere, prima di sapere quanto cambiare e quanto mantenere del mio carattere. Sono stata accolta con mille proposte di attività esterne che invece di entusiasmarmi mi hanno spaventata, come se agli impegni di lavoro si aggiungessero doveri mondani a cui non potevo sottrarmi. Mi era, mi è ancora, a distanza di qualche giorno, troppo.

Io non sono una persona equilibrata, né sono brava a crearmi nuovi legami in tutta fretta. Ho poche relazioni estremamente significative che fungono da colonne portanti della mia casa mobile, ma loro, i miei appoggi sicuri, quelli che mi ricordano chi sono, loro non me li posso portare dietro. Sembrerà sciocco, ma ho la netta sensazione che mi basterebbe una mezza giornata di solitudine, di nullafacenza o di occupazioni che mi sono familiari: guardare una serie tv in streaming, scrivere, leggere, suonare il piano e ritroverei un qualche tipo di equilibrio. Mentre così, sballottata tra grandi proposte e doveri mi sento come l’olio nell’acqua, galleggio e mi disgrego senza unirmi, senza trasformarmi. Persa. Non più me stessa, ma nemmeno altro.

Annunci

2 thoughts on “Equilibrio del Precario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...