Il fascino del Nickname

La mia adolescenza è ovviamente passata attraverso la scoperta delle piazze digitali e con esse del nickname. Quale fantastica scoperta! Potevo cambiare il mio nome di battesimo con qualsiasi cosa mi piacesse maggiormente, e vi assicuro che ne ho trovate a decine! Poi ce n’è stato uno che mi piaceva particolarmente perché aveva anche diversi livelli di significato oltre a suonar bene: Morgana della Notte. Ho anche pensato che se avessi avuto l’opportunità di pubblicare qualcosa di mio lo avrei firmato con quel nome.

Un giorno, non ricordo più quando, qualcuno mi ha chiamata per nome. Lo ha detto chiaro e forte, per intero, senza storpiarlo: Wilma! Ero io. Io nella mia interezza, io come persona, io con il mio bagaglio. Io nei miei difetti, io nei miei pregi. Io. Solo in quel momento ho realizzato quanto un nickname non potesse sostituire il mio nome, per quanto lo odi. È parte della mia identità in un modo in cui un’altra parola, per quanto bella, non potrà mai essere.

Da allora firmo “Wilma” oppure lascio in bianco perché metterci Morgana della Notte equivarrebbe a non firmarlo affatto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...